Cerca nel sito

Motore di ricerca del sito

Menu di navigazione

Calendario degli eventi

Salta il calendario degli eventi
Calendario
luglioá 2018
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
25 26 27 28 29 30 01
02 03 04 05 06 07 08
09 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 01 02 03 04 05

rocca d'orcia

Il paese di Rocca d’Orcia, adiacente a Castiglione, si allunga in direzione nord-est ed Ŕ dominato dalla maestosa Torre di Tentennano che si erge su uno sperone di roccia calcarea nel cuore della Val d'Orcia. La torre fu costruita nel secolo XIII dai conti Tignosi come presidio sulla sottostante via Francigena, vi soggiorn˛ anche Santa Caterina da Siena e rivestý un’importante funzione strategica per il controllo del territorio meridionale dell'antico stato senese (orari di apertura: www.museisenesi.org).

Attraverso una strada si raggiunge il borgo medievale e si incontra sulla destra la chiesa di San Simeone che prima del 915 fu di proprietÓ dei Monaci dell’Amiata. La chiesa si trova in cima a una rampa di scale, ha la facciata duecentesca a capanna e interno coperto a capriate. San Simeone, oggi non pi¨ officiata e di proprietÓ privata, reca all’interno resti di affreschi di scuola senese del Quattrocento e sull’altare si eleva la statua in stucco bianco di San Simeone con Ges¨ in braccio.

Scendendo una serie di scalette, si incontra la chiesa della Confraternita di San Sebastiano.L’edificio, con coronamento mistilineo risalente al XVII secolo, era in origine ricca di suppellettili e arredi liturgici che oggi si conservano nella Sala d’Arte San Giovanni. Oggi all’interno della struttura rimane una tela seicentesca con San Sebastiano, copia di uno stendardo del Sodoma.

La via principale, il Borgo Maestro si articola attorno alla Piazza della Cisterna, ingentilita da una pozzo di origine medievale. A pochi passi, una casa riporta la targa “KATHARINE DOMUS”, in ricordo della permanenza in questi luoghi di Santa Caterina da Siena.

Fuori dalla Porta che si apre verso la valle sorge la chiesa della Madonna delle Grazie di Manno, santuario mariano della Rocca,al cui interno si trovano un coro e altari lignei di metÓ Cinquecento. L’altare maggiore Ŕ ornato da un affresco seicentesco con la Madonna e il Bambino.



Menu dei collegamenti di utilitÓ